Prova di sostanza per Torres nel deserto di Losail. Un’altra top ten per i piloti WorldSSP.

26.10.2019 – Jordi Torres (ESP) e il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions hanno chiuso oggi la stagione nel Campionato Mondiale Motul FIM Superbike 2019 con le due gare finali sul tracciato di Losail (Qatar). Torres ha concluso 14° nella prima e 13° nella seconda, chiudendo la stagione all’11° posto assoluto.

I due piazzamenti di oggi, dopo lo sfortunato ritiro di ieri nella prima gara, hanno permesso a Torres di aggiungere due punti al proprio punteggio totale, al termine di una appassionante stagione di 13 round e 37 gare complessive. Il rider del team italiano ha così chiuso con 135 punti a sole tre lunghezze dalla top ten.

Le sensazioni del pilota spagnolo in gara due, relativamente alla competitività della moto, sono state le migliori di tutto il weekend, grazie anche all’ottimo lavoro svolto ai box dal Team Pedercini Racing by Global Service Solutions arrivato a Losail determinato a chiudere la stagione con un buon risultato. Grazie a questa progressione, Torres ha tenuto lontano l’attacco della BMW ufficiale di Markus Reiterberger negli ultimi giri.

Jordi Torres #81 – Pilota:
“Sono contento perché oggi, nelle ultime gare dell’anno, abbiamo raggiunto il miglior assetto del weekend tra forcelle, ammortizzatore posteriore e telaio. Ne abbiamo avuto una buona dimostrazione nell’ultima gara dove abbiamo riscontrato le migliori prestazioni finora ottenute dalla moto. Sono contento per questo e anche perché in gara non ho commesso errori e ho dato il 100% dal primo all’ultimo giro. Ho dovuto controllare un po’ di sliding e l’anteriore ha iniziato a chiudersi a volte, a conferma che abbiamo solo bisogno di più accelerazione in uscita di curva, ma siamo contenti perché per tutto il resto è andato bene”.

Lucio Pedercini – Team Manager:
“Sono contento della stagione che abbiamo concluso insieme a tutto il team. Abbiamo chiuso molto vicini alla top ten finale in campionato, ma la nostra mente è già in fase di miglioramento pensando alle sfide del 2020”.


WorldSSP
Ancora due risultati in top ten per Badovini e Smith

I piloti del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions impegnati nel Campionato Mondiale FIM Supersport 2019 Kyle Smith (GB) e Ayrton Badovini (ITA) hanno concluso rispettivamente al nono e decimo posto nella gara finale della stagione 2019, sotto gli intensi riflettori del Losail International Circuit (Qatar).

Dopo una buona qualifica entrambi i piloti erano partiti dalla terza fila della griglia di partenza, con Ayrton settimo e Kyle nono. Smith ha avuto un’ottima prima parte di gara che lo ha visto artigliare il quinto posto nelle prime fasi, ma ha poi iniziato a perdere aderenza all’anteriore e ha dovuto cedere delle posizioni finendo nono pur sempre all’interno dei punti. Ayrton ha vissuto una gara più impegnativa specie nei primi giri, ma ha guidato stoicamente e con determinazione per mantenere il decimo posto sul traguardo.

Nella classifica generale del campionato Ayrton si è piazzato in decima posizione, con 65 punti e un podio al suo attivo. Kyle si è classificato 15°, ma anche campione della FIM Europe Supersport Cup 2019.

Ayrton Badovini #86 – Pilota:
“Il fine settimana non è stato poi così male perché siamo sempre stati veloci, anche se in gara non ho capito bene cosa sia successo. Nella prima parte ho avuto un problema con l’anteriore e non ho sentito nulla, ma solo un piccolo “salto” in ogni curva. Sono dovuto anche andare fuori pista perché ho dovuto rilasciare il freno o avrei rischiato una caduta. La situazione è migliorata nell’ultima parte della sua gara, ma era troppo tardi per fare qualcosa di più. Siamo sicuri di aver migliorato la nostra moto quest’anno e spero che il futuro possa essere interessante”.

Kyle Smith #11 – Pilota:
“Si è un po’ ripetuta la storia delle ultime gare: un’ottima partenza, primi giri molto divertenti con la possibilità di attaccare e puntare in alto, ma non appena l’aderenza della gomma anteriore cala un po’ e il carico di carburante scende, non riesco a trasferire il peso sull’anteriore e la moto non gira. Questa pista mi piace e ho fatto bene qui, ma quando ha iniziato il chattering ho solo lottato cercando di fare il massimo possibile”.

Lucio Pedercini – Team Manager:
“Siamo stati sfortunati che entrambi i piloti abbiano avuto problemi oggi perché siamo stati molto veloci nel fine settimana, ma il ritmo non ha potuto essere mantenuto per tutta la gara. Kyle chiude la stagione come campione della FIM Europe Supersport Cup e Ayrton ha dimostrato di poter raggiungere il podio, quindi siamo felici di questi risultati e siamo molto motivati per il 2020”.

2019-10-27T02:27:41+02:0027/10/2019|