Torres nono nell’unica gara disputata domenica a Imola. Badovini e Smith protagonisti in WorldSSP.

12.05.2019 – Il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions e il pilota spagnolo Jordi Torres si aspettavano di avere due possibilità di brillare oggi a Imola, nell’ultima giornata del quinto round del Campionato Mondiale Motul FIM Superbike 2019, ma le pioggie torrenziali cadute dopo la Superpole Race hanno obbligato all’annullamento dell’ultima gara del weekend. Nella gara di casa del team Jordi ha così aggiunto un nono posto finale al suo 11° posto di sabato.

In mattinata il warm-up si è disputato con pista bagnata, a causa delle piogge notturne, e ha reso necessario un cambio di assetto della Kawasaki Ninja ZX-10RR #81. Per la Superpole Race del mattino, le condizioni sono tornate di pista asciutta e Jordi ha fatto qualche giro per riabituarsi ai settaggi della moto. Una volta trovato il ritmo ha spinto forte e ha concluso al secondo posto tra i team indipendenti, ottenendo un punto in classifica generale.

Il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions ha così iniziato i preparativi per la terza e ultima gara del weekend, ma la pioggia è arrivata al momento sbagliato, proprio all’avvicinarsi dello start. Dopo molte riflessioni e verifiche in pista, sia da parte dello staff tecnico che dei piloti stessi, e anche dopo un tentativo di partenza della gara, alla fine la sfida è stata annullata per motivi di sicurezza.

Per il secondo weekend consecutivo i piloti WorldSBK hanno disputato solo due gare, non le ormai normali tre, ma con i punti raccolti in gara uno il sabato e nella Tissot Superpole Race, Torres mantiene l’11° posto in campionato. Il pilota spagnolo è solo un punto e un posto dietro alla BMW ufficiale dell’ex campione del mondo Tom Sykes.

Il prossimo appuntamento del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions sarà in Spagna, a Jerez dal 7 al 9 giugno.

Jordi Torres #81 – Pilota:
“Nella gara breve alla fine abbiamo ottenuto un risultato più o meno buono, ma mi è occorso del tempo per adattarmi dal set-up da bagnato provato nel warm-up a quello da asciutto che ha caratterizzato la corsa. Nei primi giri sono stato un po’ cauto prima di prendere il ritmo, forse troppo tardi. Stavamo pensando di avere delle buone opportunità per fare una bella gara due, ma vista la pioggia era più sicuro fare la gara ai box. Ora pensiamo al test di Misano, che ci impegnerà dal 29 al 30 maggio”.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“Ieri abbiamo avuto un piccolo problema all’elettronica ed è stato un peccato alla luce dell’evolversi del weekend. Questa mattina, nella gara corta, per i primi tre giri Jordi ha perso un po’ il feeling e ha perso molto tempo alle spalle di Cortese, ma alla fine ha tirato fuori una grande grinta. Eravamo tutti molto fiduciosi per lui in condizioni di asciutto per la gara del pomeriggio, ma ha piovuto e non abbiamo potuto chiudere il weekend come avremmo voluto”.


WorldSSP
Badovini ottiene il miglior risultato stagionale, mentre Smith è primo in FIM Europe Supersport Cup 2019

Una bella gara di casa per il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions in WorldSSP con un super Ayrton Badovini che ha ottenuto il miglior risultato della stagione, con un quinto posto decisamente importante nella gara di Imola. Molto positiva anche la prestazione di Kyle Smith, al termine di un weekend difficile, con il pilota britannico che continua a guidare la classifica del Campionato ESS dopo aver concluso 13° oggi.

La prima giornata di prove a Imola è andata molto bene per Ayrton, che ha chiuso al quarto posto assoluto le libere del venerdì, prima di conquistare l’ottavo posto in griglia dopo le qualifiche della Superpole di sabato. Venerdì più difficile per Kyle, con problemi tecnici che gli hanno impedito di girare e con la sfortuna che sabato nella Superpole lo ha visto chiudere al 18° posto in griglia di partenza.

Da segnalare le belle emozioni di domenica mattina, quando al termine del warm-up i due piloti del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions hanno monopolizzato le prime due posizioni del tabellone, con i due migliori riferimenti cronometrici.

In gara, nonostante le bandiere di avvertimento per la pioggia siano state esposte più volte, la pista è rimasta asciutta. Subito dopo che i leader hanno tagliato il traguardo, la corsa è stata caratterizzata da una bandiera rossa, con solo i primi cinque piloti che hanno concluso la gara per intero, mentre tutti i piloti dalla sesta posizione in poi sono stati classificati in base all’ultimo settore cronometrato che era stato completato prima dell’interruzione.

Nonostante le vibrazioni avvertite all’anteriore, Badovini ha conquistato di orgoglio uno stupendo quinto posto che lo spinge ora in 14^ posizione nella classifica generale. Bello anche il 13° posto finale di Kyle, che pur avendo avuto qualche difficoltà al posteriore in frenata, è ora 16° nella classifica del campionato.

La prossima tappa in pista per il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions sarà un test a Misano, tra il 29 e il 30 maggio.

Ayrton Badovini #86 – Pilota:
“Questo è stato il nostro miglior risultato della stagione e siamo quindi molto soddisfatti. A Imola, in Italia, davanti al nostro pubblico siamo contenti di aver espresso un buon potenziale, ma non sono completamente soddisfatto perché ho sempre lo stesso problema con la gomma anteriore. Inizia a perdere aderenza da metà gara ed è stato davvero difficile essere veloci con questo problema specie in ingresso curva. Lavoreremo sicuramente a fondo per risolvere questa difficoltà ma sono contento perché, passo dopo passo, miglioriamo decisamente”.

Kyle Smith #11 – Pilota:
“E’ stato un fine settimana difficile perché abbiamo avuto qualche problema tecnico il venerdì e sono riuscito a fare solo tre giri in tutta la giornata. In qualifica avevo la possibilità di fare un buon giro a pista libera ma un pilota mi è caduto davanti e questo mi ha costretto a chiudere al 18° posto sulla griglia di partenza. In gara la moto era un po’ strana in frenata e non sono riuscito a sentirmi al 100%. Credo che il sensore di velocità della ruota posteriore fosse rotto e ho avuto qualche difficoltà con il freno anteriore. Non è stato il mio weekend migliore, ma presto faremo dei test e abbiamo un sacco di cose su cui lavorare per il prossimo appuntamento”.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“Ayrton ha fatto una buona gara ed io ero molto fiducioso per lui. Con Kyle abbiamo avuto qualche problema in frenata e per lui è stato più difficile trovare il feeling, ma i test di Misano che ci aspettano saranno molto importanti. Come ho già detto, da Jerez avremo la possibilità di ricominciare idealmente la nostra stagione nel WorldSSP.

2019-05-31T16:05:58+00:0012/05/2019|