Torres e il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions chiudono decimi il primo giorno a Laguna Seca

13.07.2019 – Una ottima partenza con un piazzamento nella top ten ha caratterizzato il venerdì di Laguna Seca per il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions che negli USA ha visto Jordi Torres decimo dopo le due sessioni di prove libere di venerdì 12 luglio, concluse nella notte appena trascorsa.

Sull’intenso circuito californiano di 3.660 km Torres ha chiuso a meno di un secondo dal ritmo del pilota più veloce, Chaz Davies, anche se sa che c’è ancora molto da fare alla ricerca di un assetto ottimale. Il circuito di Laguna Seca è un un tracciato difficile da affrontare per tutti, caratterizzato da importanti dislivelli, tra cui la leggendaria Cavatappi. All’ingresso i piloti devono frenare duramente nel punto più alto della pista, quindi stretta curva a sinistra con importate pendenza e quindi subito a destra, con un dislivello che visto dalla pista mette i brividi.

Alla ricerca di maggiore agilità, pur mantenendo la stabilità riscontrata nell’ingresso in curva per la FP3, Torres sta lavorando per trovare la traiettoria ideale in alcune delle curve per mettere insieme un giro competitivo in Superpole. Questo gli garantirà una buona posizione sullo schieramento di partenza di Gara uno alle 14.00 di sabato 13 luglio, 23:00 ora italiana.

Come è ormai tradizione domenica si disputeranno due gare: la Tissot Superpole Race di dieci giri, in programma alle 11:00 locali 20:00 italiane, e gara due, sempre alle 14:00 ora locale.

Jordi Torres #81 – Pilota:
“Oggi non è stata poi così male, ma abbiamo qualche aggiustamento da fare sulla moto e abbiamo bisogno di più giri per capire dove intervenire. In generale siamo abbastanza soddisfatti perché abbiamo un buon passo di gara, ma dobbiamo fare un giro veloce per capire se riusciamo a restare in contatto con i migliori. Penso che i piloti più veloci in pista in questo momento forse fanno traiettorie leggermente diverse dalle mie, specie al Cavatappi. Stiamo lavorando perché vorrei una moto in generale un po’ più maneggevole”.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“Chiudere il primo giorno all’interno della top ten è un buon punto di partenza e, come dice Jordi, c’è ancora potenziale per avvicinarsi ai migliori piloti. Per noi è stato molto impegnativo farci trovare pronti in America dopo così pochi giorni dall’ultima gara in Gran Bretagna, ma il team sta lavorando bene. Abbiamo iniziato in modo positivo e domani cercheremo di migliorare ancora”.

2019-07-14T08:23:30+00:0013/07/2019|