Torres al lavoro per definire il migliore set-up a Imola. Bene Badovini in WorldSSP.

10.05.2019 – Il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions WorldSBK partecipa questo fine settimana alla sua prima gara di casa della stagione 2019, con il pilota Jordi Torres (ESP) che in sella alla Kawasaki Ninja ZX-10RR ha chiuso con l’11° assoluto dopo la prima giornata di prove libere a Imola.

Sotto il sole primaverile Torres ha concluso la sua giornata all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari alla ricerca di un assetto ottimale per affrontare la prima gara di sabato con maggiore confidenza e ritmo. Nella sessione mattutina, spezzata da una bandiera rossa, Torres aveva chiuso 13°, ma lui e il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions hanno apportato dei miglioramenti che gli hanno consentito di migliorare e chiudere all’11° posto nel secondo turno, davanti al campione italiano Marco Melandri e con un ritmo più veloce di uno dei piloti ufficiali BMW.

Ora il team utilizzerà la terza ed ultima sessione di prove libere del sabato mattina per definire l’assetto finale dell’anteriore in vista delle regolari qualifiche e della Superpole, seguite alle 14.00 dalla gara di apertura del weekend. Domenica le altre due gare, una Superpole Race da dieci giri e poi la seconda gara da 19 giri.

Nella categoria WorldSSP oggi il pilota del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions Ayrton Badovini (ITA) ha segnato un ottimo quarto tempo complessivo con il terzo miglior crono della seconda sessione, primo pilota Kawasaki della giornata in sella alla Kawasaki Ninja ZX-6R #86. Sulla moto gemella #11, Kyle Smith (GB) ha perso molto tempo in pista oggi ed è stato in grado di effettuare solo sei giri in totale, chiudendo 24°.

Jordi Torres #81 – Pilota:
“Questa pista è molto difficile e dobbiamo capire un po’ meglio come adattare il mio stile di guida alla moto. Al momento non riesco a sentire troppo l’anteriore e quindi dobbiamo mettere a punto le cose. Ci sono così tanti cambi di direzione in cui è necessario sentire bene l’anteriore e oggi questo feeling non è sempre stato al top, ma penso che questa sia l’unica cosa con cui dobbiamo lavorare: dobbiamo risolvere il set-up delle sospensioni anteriori per essere più veloci all’ingresso in curva”.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“Abbiamo concentrato il nostro lavoro per essere pronti per domani. Al momento non abbiamo trovato un buon setting. Per Jordi il problema più grande è l’assetto dell’anteriore della moto, ma continueremo a lavorare per essere pronti per domani e poi vedremo come andranno le cose in Superpole e in Gara 1”.

2019-05-11T18:56:21+00:0010/05/2019|