Ottimo risultato per Torres nella gara di casa. In WorldSSP bene Smith, Badovini sfortunato

07.04.2019 – Sul circuito di casa del pilota titolare in WorldSBK, Jordi Torres, il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions ha ottenuto il miglior risultato della stagione, con l’ottavo posto nella Tissot Superpole Race e il settimo posto in Gara due.

Pur riscontrando alcuni problemi nelle prime sessioni del weekend di gara al Motorland Aragon, il primo in Europa dopo l’apertura intercontintenale in Australia e Tailandia, il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions ha lavorato a stretto contatto con il suo pilota per trovare un migliore set up per la Kawasaki Ninja ZX-10RR #81.

Il risultato del forte lavoro di squadra e gli sforzi di Torres in pista hanno portato il pilota Team Pedercini Racing by Global Service Solution a sfidare una delle Kawaski ufficiali nella gara print, per poi battare diverse altre moto ufficiali nel corso della gara del pomeriggio.

La gara di casa ha sicuramente restituito grande motivazione a Torres, ma questo non nasconte l’importante passo avanti compiuto dal team nella meticolosa preparazione della moto tra la Tailandia e l’appuntamento di Aragon. Jordi ha girato a soli 0.168 secondi dal campione in carica e dal pilota ufficiale KRT Leon Haslam. Ha poi proseguito vincendo una dura battaglia contro il pilota ufficiale della Yamaha Michael van der Mark nella gara finale, che consente a Jordi di confermarsi al decimo posto nella classifica generale del campionato dopo Aragon.
 
Dopo tre ottimi risultati nelle gare al Motorland, il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions si trasferirà ora rapidamente ad Assen nei Paesi Bassi per il quarto round, che si disputerà tra il 12 e il 14 aprile.

Jordi Torres #81 – Pilota:
“Nel pomeriggio abbiamo utilizzato la gomma posteriore morbida e forse la moto ha funzionato anche meglio di ieri. Penso che il segreto sia però che tutti abbiamo lavorato molto bene. Abbiamo confermato in pista quanto siamo competitivi e professionali e averlo fatto nella mia gara di casa è stato un valore aggiunto, anche se cerco di dare il 100% in tutte le piste. Oggi abbiamo lavorato molto bene, forse la gara sprint ci ha permesso qualche vantaggio in più anche per la gara principale. Lasciamo Aragon molto soddisfatti”.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“Sono molto contento perché quello che ho detto in passato è che sicuramente Jordi ha bisogno di più chilometri sulla moto per avere più feeling, e questo si sta dimostrando vero. I risultati arrivano ad ogni sessione, ogni gara, ogni giorno che passa in più sulla moto. Sono felice per questo e fiducioso per il futuro. Oggi Jordi ha combattuto con i piloti ufficiali e nella gara sprint questa mattina con la moto KRT ufficiale. Continuiamo così

WORLDSSP
Smith vola mentre Badovini è fermato dalla sfortuna

Il team Team Pedercini Racing di Global Service Solutions, recentemente ampliato, ha messo in mostra in WorldSSP non solo il talentuoso talento di Ayrton Badovini al Motorland Aragon questo fine settimana, ma anche l’inglese Kyle Smith.

Kyle ha confermato la sua stoffa concludendo la gara inaugurale del suo programma con il team italiano conquistando una bella nona posizione al termine di una prestazione di grande sostanza, dove per buona parte della sfida ha occupato il sesto posto prima di patire un po’ per il degrado delle gomme. Fino a quel momento, il pilota britannico ha guidato a stretto contatto con un gruppo di pilota nei quali erano inclusi anche gli ufficiali Kawasaki. Se si considera che a causa della pioggia ha perso buona parte della prima giornata, il suo nono posto rimane un risultato molto più che positivo. Al termine del round, Kyle è 14° assoluto in classifica di campionato, con sette punti.

L’altro pilota titolare sulla Kawasaki Ninja ZX-6R #86, Ayrton Badovini, ha avuto un fine settimana ampiamente positivo, con l’undicesimo tempo in qualifica, fino a quando non sono arrivati ​​due problemi in gara: dapprima in mattinata ha accusato noie al motore, e dopo che i meccanici sono intervenuti sostituendo il propulsore, si è dovuto fermare in gara per un problema tecnico.

Ayrton Badovini #86 – Pilota:
“Prima di oggi ero sicuro che con le nostre potenzialità avremmo potuto lottare per la sesta, settima o ottava posizione, ne ero sicuro, ma poi tutto è cambiato. Abbiamo avuto un problema tecnico che ci ha impedito di chiudere la gara, ma la moto non è stata veloce come mi aspettavo e non so spiegarmi il perché dato che avevamo cambiato il motore in mattinata. Qualcosa non ha girato per il verso giusto, ma sono felice perché la prossima settimana saremo nuovamente in pista, ad Assen, e sono sicuro che tornerò ad avere il mio feeling con la moto”:

Kyle Smith #11 – Pilota:
“Mi è dispiaciuto non poter chiudere la gara davanti al gruppo con cui stavo lottando, perché con Mahias, Okubo e Perolari eravamo davvero molto vicino. Sentivo di avere un gran ritmo, ma negli ultimi due giri il degrado della gomma si è fatto molto pesante e non ho potuto evitare di perdere aderenza. Sapevo che la gestione degli pneumatici sarebbe potuta essere un problema qui, ma da metà gara in poi la situazione mi sembrava stabile. Nell’ultimo paio di giri spingere sarebbe stato rischioso quindi ho preferito non rischiare. Abbiamo bisogno di lavorare ancora sul set-up della modo, ma questa era la nostra prima gara quindi se riusciamo a trovare un bilanciamento che conservi meglio le gomme so che posso essere lì davanti a combattere”.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“Oggi abbiamo pagato sfortuna due volte con Ayrton, ma Kyle alla sua prima gara con noi è stato sicuramente un’ottima conferma. Spiace per il calo delle gomme, sia anteriore che posteriore, ma al netto di questo alla prima gara con noi era in linea con le altre Kawasaki. Credo che con entrambi i piloti ad Assen potremmo fare un ottimo lavoro in WorldSSP”.

2019-04-10T11:06:41+00:0007/04/2019|