Jordi Torres a punti nella gara di apertura in Tailandia. Badovini entra in top ten nella WorldSSP Superpole

16.03.2019 – Dopo la prima gara WorldSBK da 20 giri sotto un caldissimo sole in Tailandia, il pilota del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions Jordi Torres ha terminato a una frazione di secondo dalla top ten.

Finendo 11° Torres si è reso protagonista di un agguerrito trenino a tre sul traguardo, con un ulteriore pilota solo un secondo dietro. Un risultato sicuramente importante per la squadra italiana, con Torres che ha conquistatoo cinque punti, piazzandosi al 12° posto nella classifica di campionato, con ancora due gare da disputare sul Chang International Circuit di Buriram. La gara del pilota spagnolo è stata mozzafiato, con un grande recupero subito dopo il via che ha permesso a Torres di risalire dal 15° posto fino alla top10.

La prima gara si è svolta con temperature dell’aria di 3 ° C e temperature dell’asfalto, di 47° C, marginalmente inferiori rispetto al primo giorno di prove libere del venerdì. La temperatura della pista ha iniziato a deteriorare pesantemente gli pneumatici nell’ultima parte di gara, quando Torres era nel bel mezzo della bagarre, e alla fine il pilota spagnolo ha dovuto arrendersi lasciando il decimo posto, che aveva mantenuto per nove giri, a soli tre giri dalla fine. Jordi ha guidato con determinazione per segnare il più alto numero di punti possibile e ora attende le due gare di domenica, tra cui la Tissot Superpole Race di dieci giri.

In WorldSSP, al termine della Tissot Superpole, il pilota del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions, Ayrton Badovini, ha chiuso al decimo posto in 1’37.877, solo un posto dietro la moto ufficiale Kawasaki del campione del mondo 2017 Lucas Mahias. La prestazione del pilota italiano ha sicuramente premiato il grande lavoro che tutto il team ha svolto per ottimizzare le prestazioni della Kawasaki Ninja ZX-6R. Il passo sul giro è stato notevole e nonostante Badovini non sia un pilota con caratteristiche da giro lanciato, ha dimostrato grande determinazione che aggiunge motivazione per la gara di domenica.

Jordi Torres #81 – Pilota:
“E’ stato molto difficile qui con questo caldo, ma alla fine abbiamo finito in una buona posizione. Siamo partiti molto forte e abbiamo iniziato a superare alcuni piloti fin dall’inizio. Oggi la moto era la stessa di ieri per certi versi, ma la squadra ha lavorato molto bene con il telaio e le sospensioni. Questi sono i punti che possiamo migliorare in questo momento. Nei rettilinei sia io che Leandro Mercado perdevamo molto rispetto alla maggior parte del resto della griglia, ma sapevamo che questa gara sarebbe stata molto dura. Abbiamo dovuto spingere al limite sia le gomme anteriori che quelle posteriori, ma senza derapare, facendo molta trazione, concentrando la nostra azione in curva sapendo di perdere in rettilineo. Le gomme sono andate bene, ma avendo dovuto usarle entrambe molto negli ultimi tre o quattro giri hanno iniziato a scivolare, sia davanti che dietro. Passo dopo passo siamo soddisfatti, abbiamo ricevuto molte informazioni utili e domani forse potremo migliorare un po'”.

Ayrton Badovini #86 – Pilota:
“La Tissot Superpole è andata molto bene, siamo riusciti a chiudere tra i primi dieci raggiungendo il primo obiettivo fissato per oggi. Tra le prove libere e le qualifiche abbiamo fatto un ottimo step e mi sono sentito decisamente a mio agio in sella alla moto. Il ritmo è stato buono, credo che domani gli avversari dovranno tenerci in considerazione”.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“Siamo contenti perché finire la gara in questo modo non è stato poi così male. Dobbiamo lavorare in alcune parti, ma alla fine penso che questa sia la nostra posizione, in lotta per le prime dieci posizioni. La situazione è simile a Phillip Island, con una pista non facile e per noi questo è un altro warm-up. Penso che possiamo essere più competitivi dal prossimo round in Aragon, ma dobbiamo lavorare ancora. Ho parlato a lungo con Jordi e ci sono alcuni piccoli problemi che cercheremo di risolvere ora per cercare di migliorare le cose per domani”.

2019-03-17T16:55:17+00:0016/03/2019|