Incidente sfortunato per Torres nella gara di apertura a Donington. Grande passo di Badovini e Smith nella Superpole WorldSSP.

06.07.2019 – Epilogo meno positivo rispetto alle aspettative per il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions nella prima giornata di gara a Donington Park, con Jordi Torres costretto al ritiro nella insidiosa gara bagnata disputata nel pomeriggio inglese.

Dopo un venerdì inaspettatamente molto caldo per gli standard locali oggi sono comparse le piogge, rendendo la Tissot-Superpole una sessione particolarmente difficile disputata su una pista bagnata nelle prime fasi e poi via via più asciutta, un aspetto che ha cambiato il grip e le condizoni di giro in giro. Torres ha chiuso con l’undicesimo tempo, quarto tra gli indipendenti.

La gara mdi apertura, sviluppata su 23 giri completi, si è svolta sul bagnato, una condizione che ha caratterizzato più di una sfida in questa stagione, obbligando tutti i piloti a scegliere gli pneumatici Pirelli fortemente scanalati. Torres si è reso protagonista in una gara difficile per tutti, con tre grandi nomi della classifica finiti fuori pista e solo 14 al traguardo. Al decimo giro la gomma posteriore di Jordi ha perso trazione mentre il pilota spagnolo dava gas all’uscita della curva sei. Jordi ha ripreso il controllo della sua Ninja ZX-10RR, ma ormai la sua moto era già nella va di fuga sull’erba. Nell’inevitabile caduta il pilota spagnolo ha preso un colpo all’anca sinistra e la moto era troppo danneggiata per ripartire.

Dopo un sabato senza punti il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions ha ora due possibilità di riscatto nella giornata di domenica 7 luglio. Torres affronterà prima la Tissot-Superpole Race e poi una seconda gara completa di 23 giri nel pomeriggio, dopo il warm-up mattutino.

Decisamente positiva la giornata in WorldSSP dove il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions ha ottenuto due ottimi piazzamenti in SuperPole con entrambi i piloti. Ayrton Badovini si è piazzato sesto dopo aver fatto segnare un tempo sul giro identico al quinto posto ed ora partirà dalla seconda fila per la gara WorldSSP di domani. L’inglese Kyle Smith, che ha vissuto in Spagna per molti anni, attuale leader della FIM Supersport European Cup 2019, ha fatto segnare il decimo tempo per la sua gara di casa, in una categoria con 30 piloti in pista.

Jordi Torres #81 – Pilota:
“La Superpole è stata molto critica, abbiamo fatto tanti giri con le gomme da bagnato e poi abbiamo avuto un tempo molto limitato con le gomme da asciutto. Alla fine abbiamo potuto spingere per un solo giro e forse non è stato sufficiente per fare un ottimo tempo. Abbiamo iniziato la gara dalla quarta fila, non male ad essere sinceri. Mi sono sentito bene, nel senso che avevo più o meno il passo di Michael van der Mark e mi sentivo in grado di superare Toprak Razgatlioglu. Quando ho perso il posteriore, aprendo il gas, sono riuscito a tenermi in sella sulla moto, ma l’unica traiettoria possibile era andare sull’erba e non ho potuto evitare di scivolare. Domani potrebbe essere di nuovo asciutto e questo potrebbe aiutarci ad avere un buon passo, ma continueremo con la nostra progressione di set-up e magari proveremo alcune soluzioni con cui non siamo riusciti a lavorare venerdì”.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“La pioggia oggi ha cambiato tutto ed è stata una pista difficile da guidare. L’undicesimo posto per Jordi in Superpole ha significato una quarta fila di partenza, prima di essere costretto ad uscire di pista e quindi a cadere. Domani dovrebbe essere asciutto, quindi sarà una giornata molto diversa sotto tutti i punti di vista. Speriamo. In Supersport entrambi i piloti sono entrati nella top ten dopo la Superpole e il sesto posto di Ayrton è stato un buon risultato perché partirà dalla seconda fila”.

2019-07-09T11:38:28+00:0006/07/2019|