Dopo i due giorni di test a Portimão c’è ottimismo in casa Team Pedercini Racing by Global Service Solutions

27.08.2019 – La sessione di test all’Algarve International Circuit di Portimão (P) disputatasi nel weekend appena trascorso ha finalmente concluso la pausa estiva del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions.

Il team di Lucio Pedercini ha sfruttato appieno la sessione di test ufficiali WorldSBK con tutti i propri piloti. Jordi Torres (ESP) ha portato in pista la Kawasaki Ninja ZX-10RR con la quale è impegnato nel Campionato Mondiale Motul FIM Superbike, mentre Ayrton Badovini (ITA) e Kyle Smith (GB) hanno macinato chilometri con le Kawasaki Ninja ZX-6R sulle quali stanno disputando la stagione nel Campionato Mondiale FIM Supersport.

Sia per quanto riguarda la Ninja ZX-10RR che per le due moto 600cc il lavoro del team è stato particolarmente produttivo. Lo staff del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions, assieme ai piloti e agli ingegneri ha sperimentato svariate soluzioni sulle quali non c’era stata ancora l’occasione di lavorare. Il team ha così potuto evidenziare le idee più performanti per svilupparne le potenzialità, indicando quindi la direzione per proseguire nella crescita prestazionale.

Il test è stato un momento chiave nello sviluppo del progetto sportivo del team italiano che, a partire da questa stagione, sta lavorando per un programma a medio-lungo termine in entrambe le categorie. Le sessioni in pista hanno inoltre permesso di studiare e sviluppare soluzioni tecniche e di messa a punto delle quali i piloti potranno beneficiare per il prossimo Acerbis Portuguese Round, decimo appuntamento della stagione in programma proprio a Portimão dal 6 all’8 settembre prossimi.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“Diciamo che è stato il primo vero test che abbiamo potuto affrontare quest’anno. A Misano le condizioni meteo hanno reso molto difficile il lavoro di messa a punto e sperimentazione sul quale ci siamo invece concentrati qui a Portimão. Non abbiamo mai girato con soluzioni da qualifica, il nostro scopo non era quello di fare il tempo, ma di studiare soluzioni nuove che possano costituire un upgrade già dalla prossima gara e devo dire che siamo soddisfatti dell’esito del test. I piloti hanno raccolto sensazioni positive, in alcune occasioni sono stati anche molto veloci, abbiamo capito cosa ha funzionato e cosa no e siamo decisamente motivati per la ripresa della stagione”.

2019-09-06T21:17:27+00:0027/08/2019|