Buoni progressi di set-up per Torres al termine del primo giorno a Buriram

15.03.2019 – Jordi Torres ha portato la Kawasaki del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions Kawasaki al 13° posto dopo le prime due sessioni di prove libere in un caldo e umido Chang International Circuit.

Realizzando un vero progresso con la sua squadra in termini di telaio e assetto delle sospensioni, Torres ha girato su ottimi tempi, soffrendo il confronto con i suoi rivali solo nelle due sezioni più veloci del circuito. Le condizioni di questo primo giorno sono state particolarmente difficili per tutti, con temperature dell’aria che hanno sfiorato i 36 gradi e le temperature dell’asfalto che hanno raggiunto i 56 gradi.

Sulla sua Kawasaki Ninja ZX-10RR Torres è stato il miglior pilota indipendente Kawasaki del primo giorno, pur essendo solo al suo secondo evento WorldSBK in assoluto con l’ambizioso Team Pedercini Racing by Global Service Solutions. Nella prima sessione ha staccato l’11° tempo, finendo poi 13° in classifica generale al termine della FP2.

Lo staff del team ora esaminerà tutti i dati per massimizzare le prestazioni della moto in vista del secondo giorno, specialmente nei primi due settori del circuito.

Nella giornata odierna, apertura del secondo round stagionale, sono state completate due sessioni di prove libere che proseguiranno anche sabato mattina con una breve terza sessione. La sfida inizierà a farsi incandescente domani con la Tissot Superpole e la prima gara del weekend da 20 giri, che è prevista per le ore 16.00 locali in Tailandia.

Domenica ci sarà quindi la nuova gara sprint di dieci giri che determinerà anche i primi posti nella griglia per la terza e ultima gara del weekend, in programma domenica alle 16:00 (GMT +7) come evento conclusivo dell’appuntamento di Buriram.

In questa prima giornata sorrisi anche per Ayrton Badovini che nella doppia sessione di provfe libere della WorldSSP ha ottenuto un buon decimo tempo, direttamente dietro ai piloti Kawasaki ufficiali. Il pilota italiano, forte di un feeling in crescita con la Kawasaki ZX-6R, è riuscito ad imprimere un ottimo passo grazie anche all’intenso lavoro di tutto lo staff tecnico e al continuo dialogo con gli ingegneri, e si prepara per affrontare un weekend con spirito sicuramente diverso rispetto alla gara di apertura in Australia.

Jordi Torres #81 – Pilota:
“E’ stata una giornata positiva e mi piace molto questa pista. Penso che sia la pista migliore per me, ma non sono del tutto soddisfatto perché abbiamo bisogno di più potenza e più accelerazione in alcune aree, le altre moto erano molto veloci sul rettilineo. Per il resto, abbiamo lavorato molto sulle sospensioni e sulla geometria della moto e stiamo andando nel senso giusto. Il caldo rende tutto più difficile, ma anche gli avversari devono affrontare questo ostacolo. Oggi non abbiamo provato nessun set-up da gara, ma domani vedremo cosa accadrà per la durata sia delle gomme posteriori che anteriori”.

Ayrton Badovini #86 – Pilota:
“Devo ringraziare il team per l’ottimo lavoro, siamo riusciti a colmare il divario maggiore e abbiamo segnato grandi momenti nella top 10 degli altri piloti Kawasaki. Sono felice, ma c’è ancora del lavoro da fare per finalizzare la nostra prestazione in preparazione alla giornata di domani”.

Lucio Pedercini, Team Owner:
“Per me, oggi non è andata male, ma stiamo esaminando alcuni piccoli problemi sul rettilineo. Dopo le prime due sessioni abbiamo comunque un buon passo, abbiamo riscontrato qualche difficoltà nei primi due settori che potrebbero anche riguardare un approccio di guida da finalizzare, ma la squadra e Jordi stanno lavorando bene insieme. Ora vogliamo controllare completamente i dati e sono molto fiducioso per domani. Al momento sappiamo anche quali pneumatici usare in gara uno, quindi siamo, da questo punto di vista, tranquilli”.

2019-03-16T15:36:39+00:0015/03/2019|