A Buriram si riaccende la sfida del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions alla WorldSBK e WorldSSP 2019

13.03.2019 – Dopo l’emozionante round inaugurale di Phillip Island, il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions si prepara a scendere nuovamente in pista per il secondo appuntamento stagionale del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike e del Campionato Mondiale FIM Supersport in programma il prossimo weekend sul Chang International Circuit di Buriram, in Tailandia.

Il team italiano affronterà la seconda trasferta extraeuropea della stagione con rinnovata determinazione dopo i dati positivi emersi al termine del primo impegno in Australia sia per quanto riguarda la WorldSBK che la WorldSSP. Jordi Torres (ESP) dopo la top ten sfiorata a Phillip Island proverà a portare la sua Kawasaki ZX-10RR #81 ad un risultato di spessore nella classe regina, mentre Ayrton Badovini (ITA), consapevole di poter contare su un mezzo sicuramente più competitivo di qualche settimana fa, sarà sicuramente protagonista in Supersport con la nuova Kawasaki ZX-6R #86.

Anche se le previsioni sembrano escludere la pioggia, la stagione più piovosa inizia qui infatti solo ad aprile, il Pirelli Thai Round sul tecnico tracciato di Buriram sarà sicuramente una delle sfide più toste dell’anno per i piloti, che dovranno correre con picchi di temperatura di poco al di sotto dei 40° gradi e un’umidità dell’aria quasi doppia rispetto alle medie europee, fattori da non sottovalutare sia per la preparazione atletica che per la messa a punto delle moto.

Il Chang International Circuit, che sorge 400 chilometri ad est di Bangkok, è un tracciato veloce e tecnico, con dodici curve, sette a destra e cinque a sinistra, e uno sviluppo complessivo di 4.554 chilometri. Il pianeggiante rettilineo di partenza, con la pole position sulla sinistra, porta alla prima curva, punto perfetto per i sorpassi, e al lungo rettilineo successivo con il primo intermedio. Staccata da traversi quella della curva 3, un tornante verso destra, che immette in un’altra parte molto veloce fino al secondo intermedio. La parte centrale si fa più guidata, con curve in rapida successione, fino al terzo intermedio che introduce ad una sezione più lineare interrotta dalla brusca staccata dell’ultima curva, verso destra, che riporta sul rettilineo principale.

Il programma del weekend inizierà con le consuete sessioni di prove libere al venerdì, con la WorldSBK in pista alle 10:30 (FP1) e alle 15:00 (FP2) seguita dalla WorldSSP alle 11:30 (FP1) e alle 16:00 (FP2). Sabato la FP3 aprirà la giornata alle 11:00 per la Superbike e alle 11:35 per la Supersport, ma la sfida vera si accenderà con la Tissot Superpole delle 13:00 (WorldSBK) e 13:40 (WorldSSP). Alle 16:00 il Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike romperà gli indugi con la bandiera verde della prima gara del weekend. Domenica sarà una giornata da non perdere con i piloti impegnati in pista per il warm-up alle 10:00 (WorldSBK) e 10:25 (WorldSSP) prima della seconda Tissot Superpole Race della storia, che i piloti WorldSBK affronteranno dalle 13:00. La gara WorldSSP scatterà alle 14:15 mentre alle 16:00 la Superbike tornerà in pista per l’attesa gara due. (tutti gli orari in GMT +7).

Gli appassionati e tifosi italiani potranno seguire l’azione in chiaro su TV8 (CH 8 DTT), che trasmetterà in diretta gara uno sabato alle 10:00 e gara due domenica sempre alle 10:00 ora italiana (GMT +1) oltre alla differita domenica mattina alle 9:30 della Tissot Super Pole Race. Sky Sport MotoGP (CH 208 SKY) manderà in diretta tutte le sessioni di qualifica e le gare sia della WorldSBK che della WorldSSP, mentre Eurosport 2 (CH 211 SKY) proporrà Superpole e tutte le gare della WordSBK oltre alla gara della WorldSSP, sempre in diretta.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“Abbiamo avuto modo di analizzare i dati e prepararci per questa trasferta, e le prove libere saranno di per sé già fondamentali per individuare i migliori set-up e per permettere ai piloti di tradurre in pista le sensazioni raccolte nel round inaugurale. Buriram è un tracciato molto diverso da Phillip Island, specialmente per gli allunghi particolarmente tosti dove i motori saranno a piena farfalla per molti secondi. La sfida si preannuncia esaltante e tutto il team non vede l’ora di confrontarsi nuovamente con gli avversari”.

Giordano Mozzi – Team Manager:
“Se a Phillip Island abbiamo preso le prime misure a questo nuovo corso del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions, in Tailandia sarà un’occasione altrettanto importante per affilare i coltelli ed esprimere tutta la nostra motivazione. I piloti sono molto carichi, sappiamo che affronteremo un round con caratteristiche decisamente particolari, forse uniche nel loro genere rispetto a tutti gli altri appuntamenti del campionato, ma questo ci fornisce uno stimolo ulteriore per cercare l’eccellenza che vogliamo ci contraddistingua. Faremo sicuramente tesoro di quanto ottenuto e analizzato in Australia, ma la nostra volontà è quella di scrivere la storia di questa stagione una pagina per volta, con grande determinazione”.

2019-03-15T15:26:16+00:0013/03/2019|